Privacy Solver - cosa è

Privacy Solver è la soluzione ai tuoi problemi privacy aziendali!

Cosa significa “Privacy Solver”?
Detto in pochissime parole: Privacy Solver, in italiano Risolutore Privacy!

Il sistema di gestione della privacy dedicato a chi preferisce lavorare e lasciare la noiosa gestione privacy ad un esperto che la gestisca per lui. L’unico che ti offre la garanzia zero sanzioni o paghiamo noi!

Vuoi essere DAVVERO al sicuro dalla normativa sulla privacy?

Per lavoro gestisci dati personali e sensibili di clienti (come email, indirizzi, registrazioni video, etc..)

Se non li tratti correttamente rischi multe fino a 20.000.000,00 di euro e se sei una impresa fino al 4% del fatturato.

E sanzioni penali

Un caso reale

Eccoli. Li vedi scendere dalla macchina tutti insieme, come se fosse una squadra della Federal Bureau of Investigation a caccia dell’ennesimo serial killer che ha imperversato nella città di New York nell’ultimo anno, facce da duri, passo all’unisono, quasi fossero macchine da guerra e sguardo truce.

Pronti a distruggere il mondo (IL TUO) e a tornare a casa vittoriosi con lo scalpo del malcapitato (il famigerato VERBALE)

Il terrore e lo sgomento che si vede negli occhi dei tuoi collaboratori è tangibile, sarà la divisa, le auto di servizio con i lampeggianti parcheggiate davanti alla tua azienda, saranno i racconti sentiti, ma una cosa è certa, in azienda si respira un’aria molto tesa

Entrano, si presentano e poi arriva l’affondo:
“Mi mostra la documentazione Privacy della sua azienda? Mi fa vedere le lettere di incarico? ”
…e li inizia il panico … iniziate a cercare in tutta l’azienda tirando fuori carte inutili, a volte che non centrano nulla, a volte compromettenti, ma mai quello che ti è stato chiesto. Il panico regna in azienda e a quel punto un semplice e forse innocuo controllo privacy si trasforma in un incubo, e probabilmente diventerà un controllo approfondito e totale sulla tua azienda in toto e non solo sulla privacy.
La tua azienda.

Ci sono momenti in cui avere un professionista accanto è una GARANZIA e una SICUREZZA.

"Questo puoi chiederlo a Marco, trovatosi solo a un controllo della GdF sulla privacy, che ancora si lecca le ferite!"

Un professionista che come me ha già affrontato decine di volte queste situazioni, e sa come rapportarsi e confrontarsi con loro, che sa quale documentazione consegnargli e che li fa girare nella tua azienda senza ulteriori rischi per te.
Un professionista, che in certi casi diventa quasi un supereroe, che ti salva da una situazione che potrebbe diventare molto costosa per te, se non gestita nella giusta maniera e con i giusti documenti.

– Stefano Schmidt

Ecco i 3 problemi più comuni

PROBLEMA NUMERO UNO

La privacy fai da te


Gestire la privacy della propria azienda sulla base di informazioni lette da un articolo su internet… NON è una buona idea. Purtroppo molti si improvvisano esperti nel campo della privacy. Anzi, tutti vogliono dire la propria sulla privacy. Sul web ci sono molti articoli scritti da persone non qualificate che fanno credere a molti imprenditori di essere in regola con la privacy e la gestione dei dati sensibili dei clienti.

Nessun articolo su internet può davvero utilizzare le procedure specifiche per mettere la tua azienda a norma.

PROBLEMA NUMERO DUE

Ci penserò a “Settembre”

Ci penserò a settembre è la classica frase che tutti noi diciamo quando non vogliamo affrontare un problema. Lo rimandiamo alla prima data utile del nuovo anno. Settembre se ci troviamo a maggio o giugno, dopo Natale se se siamo in autunno, dopo Pasqua e così via.

Questo è un grave errore.
Aspettare ti fa solo rischiare di prendere delle inutili sanzioni

PROBLEMA NUMERO TRE

La scelta di un consulente low-cost o di un programma su internet.

Affidarsi a un consulente a basso costo che ti propone soluzioni pre-confezionate e quindi non specifiche per la tua azienda, è una pessima ideaInfatti, dopo la sua consulenza, è molto probabile che la tua azienda NON sia ancora in regola e quindi, oltre a rischiare multe e sanzioni penali, avrai anche perso i soldi per l’acquisto della “soluzione” pre-confezionata. Insomma, oltre al danno, la beffa. Un consulente a basso costo, proprio per il prezzo basso, non può garantirti l’assistenza personalizzata di cui hai bisogno e quindi non può fare al caso tuo. Affidarsi a soluzioni pre-confezionate su internet, come ad esempio i generatori automatici di privacy policy, è una soluzione ancora più dannosa della precedente. L’utilizzo di questi software è complicato e potresti commettere qualche errore nella procedura di configurazione.

Hai ancora dei dubbi e pensi di essere a norma con la tua azienda?

Rispondi sinceramente alle seguenti domande, le più comuni che ti fanno durante un controllo delle autorità e valuta tu!

  • “La tua azienda ha dei video di sorveglianza? Quanto tempo restano salvati?” (La legge prevede 24 ore tranne alcuni casi in cui si possono conservare per sette giorni. In questo momento, sei davvero in regola?)
  • “Puoi mostrami subito un’informativa?” (In questo momento, sai dove trovare l’informativa da mostrare al controllo?)
  • “Chi è l’Amministratore di sistema?” (Sai davvero chi è l’amministratore di sistema? Sei sicuro di averlo nella tua azienda?)
  • “Mi mostra le lettere di incarico per il trattamento dei dati personali?” (Sai cosa sono? Chi le deve avere? E se hai detto sì alle due precedenti domande, le hai distribuite?)

E queste sono solo alcune delle domande più comuni durante un controllo. Adesso cerca di essere sincero e rispondi a questa domanda:

  • In questo momento, sei sicuro che la tua azienda passerebbe davvero un controllo delle autorità?
  • Probabilmente ora ti starai domandando “ma chi è questo Stefano che mi propone un servizio di questo tipo?"  Hai perfettamente ragione. Non mi sono ancora presentato! Rimedio subito.
  • “Chi è l’Amministratore di sistema?” (Sai davvero chi è l’amministratore di sistema? Sei sicuro di averlo nella tua azienda?)
  • “Mi mostra le lettere di incarico per il trattamento dei dati personali?” (Sai cosa sono? Chi le deve avere? E se hai detto sì alle due precedenti domande, le hai distribuite?)
Chi sono

Stefano Schmidt

Mi sono laureato all’Università di Bologna alla facoltà di Economia e Commercio. Mi occupo di privacy dal 2004 anno dell’entrata in vigore dell’attuale testo unico D.Lgs. 196/03. Ho iniziato a lavorare con clienti di primaria importanza come il Gruppo Hera, Marcopolo Expert, oggi Unieuro, nel campo delle telecomunicazioni con Acantho, ho tenuto innumerevoli corsi di formazione tra cui anche per il personale dei comuni dell’Alto Reno (Porretta Terme, Gaggio Montano ecc), interagito con Telecom e Vodafone, maturando in questi anni una elevata esperienza nel campo della privacy. 
Interagisco costantemente con l’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, sia partecipando a corsi di aggiornamento sia in prima persona come consulente di parte. La domanda sovente che mi viene fatta è come mai mi chiamo Schmidt; mi piace raccontare la storia della mia famiglia partendo con un incipit che lascia le persone smarrite, “la mia famiglia viene da Monaco di Baviera – Austria”. 
La reazione più frequente è questa: due occhi sgranati tra l’incredulo ed il perplesso. Poi con calma, dopo essermi goduto il momento, gli spiego che nella prima metà del 1700 la città di Monaco di Baviera era sotto l’impero degli Asburgo e che da lì partirono i miei per andare a vivere nel Regno delle due Sicilie. Da lì è stato un’attimo nascere a Bologna e studiare nell’Ateneo più antico del mondo!
 “Ma non voglio dilungarmi troppo parlando di me stesso. Voglio farti leggere anche quello che alcuni dei miei clienti hanno scritto DOPO aver sperimentato il mio servizio per anni”.

2004

Dal

250+

Clienti

350+

Audit
  • Bologna

  • Milano

I nostri uffici

Le nostre sedi: Bologna e Milano

Cerca l'argomento di tuo interesse

S.Schmidt Consulting S.r.l.s.

C.F. e P.IVA 03452761202  REA BO520260

Bologna


  • Via Donato Creti 69/2f – 40128 Bologna

  • Ph +39 051 0827333 – Fax +39 051 371165

Milano